Focus sul produttore

Gualdo del Re

“Da oltre due decenni, Barbara Tamburini è l’enologo di Gualdo del Re, impegnata a curare ogni aspetto della produzione, dalla vigna alla cantina. Il suo lavoro, caratterizzato da rigore, passione e una continua ricerca di eccellenza, si riflette nei vini di Gualdo del Re, che incarnano un mix cosmopolita e toscano unico nel suo genere.

Le icone di Gualdo del Re includono i cru aziendali, come il Cabraia, un Supertuscan ottenuto da uve Cabernet Franc e Cabernet Sauvignon, e il Gualdo del Re, un Sangiovese puro. I’Rennero, un Merlot, ha vinto numerosi premi nazionali e internazionali ed è stata la prima etichetta italiana a raggiungere il podio del prestigioso concorso ‘Mondo Merlot’ per cinque anni consecutivi.”

https://www.gualdodelre.it/it/

Potrebbero piacerti anche questi?

Eliseo Bianco Gualdo del Re

Gualdo del Re

Bottiglia 75 cl

10,41

L’Eliseo Bianco di Gualdo del Re, in Toscana, è una vera espressione del territorio. I terreni argillosi, sabbiosi e limosi, insieme all’altitudine di 100 metri sul livello del mare, creano un ambiente ideale per la crescita di questo vitigno. Con una densità di impianto di 6.000 piante per ettaro e un sistema di allevamento Guyot, questo Pinot Bianco è coltivata con cura e attenzione.

La fermentazione alcolica avviene in vasche di acciaio inox a temperatura controllata, seguita da un affinamento in queste stesse vasche per 4 mesi. Dopo un ulteriore affinamento in bottiglia di 2 mesi, il Pinot Bianco del 2001 è pronto per essere apprezzata.

Con un colore paglierino e riflessi verdolini, questo Pinot Bianco offre un bouquet fine e variegato, con note fruttate di albicocca e pesca. Al palato, si presenta fresca, sapida e vivace, con una piacevole persistenza gustativa.

È un’ottima scelta come aperitivo e si abbina perfettamente ad antipasti e piatti di pesce. Il Pinot Bianco di Suvereto è un vino che riflette il territorio e l’arte della vinificazione di Gualdo del Re.

L’Eliseo Bianco di Gualdo del Re, in Toscana, è una vera espressione del territorio. I terreni argillosi, sabbiosi e limosi, insieme all’altitudine di 100 metri sul livello del mare, creano un ambiente ideale per la crescita di questo vitigno. Con una densità di impianto di 6.000 piante per ettaro e un sistema di allevamento Guyot, questo Pinot Bianco è coltivata con cura e attenzione.

La fermentazione alcolica avviene in vasche di acciaio inox a temperatura controllata, seguita da un affinamento in queste stesse vasche per 4 mesi. Dopo un ulteriore affinamento in bottiglia di 2 mesi, il Pinot Bianco del 2001 è pronto per essere apprezzata.

Con un colore paglierino e riflessi verdolini, questo Pinot Bianco offre un bouquet fine e variegato, con note fruttate di albicocca e pesca. Al palato, si presenta fresca, sapida e vivace, con una piacevole persistenza gustativa.

È un’ottima scelta come aperitivo e si abbina perfettamente ad antipasti e piatti di pesce. Il Pinot Bianco di Suvereto è un vino che riflette il territorio e l’arte della vinificazione di Gualdo del Re.

Spedizione gratuita per ordini di almeno 85€

Attenzione: anno e grado alcolico, soprattutto nei periodi di cambio annata, potrebbero non corrispondere a quanto riportato nelle informazioni aggiuntive.
FORMATO

PRODUTTORE

REGIONE

Toscana

DENOMINAZIONE

COSTA TOSCANA IGT

VITIGNI

PINOT BIANCO

TEMPERATURA DI SERVIZIO

NAZIONE

Italia

ANNO

2022

ALCOL

Potrebbero piacerti anche questi?