Focus sul produttore

Pojer e Sandri

L’Azienda Pojer e Sandri nasce nel 1975 dall’incontro dei giovani, Fiorentino Sandri e Mario Pojer. Questo fortunato connubio prende vita grazie alla volontà comune di produrre vino di gran pregio dai vigneti posti tra la Valle dell’Adige e la Valle di Cembra, precisamente sulla collina di Faedo, collina che a detta di molti possedeva una ridotta vocazione vitata.

https://www.pojeresandri.com/

Potrebbero piacerti anche questi?

Grappa Muller Thurgau Pojer e Sandri

Pojer e Sandri

Bottiglia 50 cl

26,96

Da vinacce di Müller Thurgau prodotte nell’omonima Azienda Agricola. L’uva è coltivata sulla collina di Faedo ad altitudini comprese tra i 550 e i 750 m. sul livello del mare in località Palai. Distillazione: le vinacce da uva lavata, finita la pressatura effettuata rigorosamente in atmosfera controllata (in assenza di
ossigeno), passano alla successiva lavorazione che consiste nel separare il raspo e, con una tecnologia innovativa, di togliere i vinaccioli che rappresentano, in peso, una percentuale che va dal 20 al 45%. In questa maniera riusciamo ad evitare la distillazione di legno di cere ed olio che compongono il vinacciolo stesso.
La sola buccia viene distillata non appena finita la fermentazione zuccherina, che avviene in piccoli contenitori della capacità di 4 q.li. Piccole masse per evitare il surriscaldamento e per garantire la massima trasparenza dell’origine e l’integrità del vitigno. Per la distillazione si utilizza il proprio alambicco discontinuo a
bagnomaria, di nuovissima concezione e alla cui progettazione hanno collaborato i titolari stessi. Alla fine del processo di distillazione si ottiene una grappa ad
alto grado (73° – 78°), la quale viene posta in appositi serbatoi di inox in attesa delle successive lavorazioni. Imbottigliamento: dopo sei mesi circa dalla distillazione, dopo aver diluito il prodotto con acqua di fonte a 48° e successiva filtrazione a 0 / -2 gradi di temperatura.

Da vinacce di Müller Thurgau prodotte nell’omonima Azienda Agricola. L’uva è coltivata sulla collina di Faedo ad altitudini comprese tra i 550 e i 750 m. sul livello del mare in località Palai. Distillazione: le vinacce da uva lavata, finita la pressatura effettuata rigorosamente in atmosfera controllata (in assenza di
ossigeno), passano alla successiva lavorazione che consiste nel separare il raspo e, con una tecnologia innovativa, di togliere i vinaccioli che rappresentano, in peso, una percentuale che va dal 20 al 45%. In questa maniera riusciamo ad evitare la distillazione di legno di cere ed olio che compongono il vinacciolo stesso.
La sola buccia viene distillata non appena finita la fermentazione zuccherina, che avviene in piccoli contenitori della capacità di 4 q.li. Piccole masse per evitare il surriscaldamento e per garantire la massima trasparenza dell’origine e l’integrità del vitigno. Per la distillazione si utilizza il proprio alambicco discontinuo a
bagnomaria, di nuovissima concezione e alla cui progettazione hanno collaborato i titolari stessi. Alla fine del processo di distillazione si ottiene una grappa ad
alto grado (73° – 78°), la quale viene posta in appositi serbatoi di inox in attesa delle successive lavorazioni. Imbottigliamento: dopo sei mesi circa dalla distillazione, dopo aver diluito il prodotto con acqua di fonte a 48° e successiva filtrazione a 0 / -2 gradi di temperatura.

Spedizione gratuita per ordini di almeno 85€

ALCOL

NAZIONE

Italia

FORMATO

REGIONE

Trentino-Alto Adige

PRODUTTORE

Potrebbero piacerti anche questi?