PAMPERO

A Caracas nel 1938, due amici con poca esperienza nella distillazione decisero di avviare una piccola produzione di rum, avendo l’intuizione di utilizzare le botti di rovere per l’invecchiamento. Nasce così, quasi per caso, la storia di Pampero, il nome che oggi è il sinonimo stesso di rum, l’azienda probabilmente più conosciuta di tutto il panorama del distillato caraibico e non solo. Alejandro Hernández e Luis Toro, i due pionieri di Pampero, decisero di ispirarsi ai leggendari Llaneros – i cowboy venezuelani che combatterono i colonizzatori spagnoli – per creare il simbolo di Pampero. I rum Pampero passano da un rigido processo di distillazione, atto a garantire la costante qualità di tutta la linea di prodotti: canna da zucchero locale e tripla distillazione, che garantisce l’intensità degli aromi e la gradazione alcolica necessaria, costituiscono il know-how dei rum Pampero, imprescindibili sugli scaffali dei cocktail bar di tutto il mondo.